Oggi è il turno della presentazione del nuovo centrale della serie C maschile Raymond Adelusi, che proviene dal vivaio del Pol Bottega

-Come è nata la tua passione per la pallavolo?

“La mia passione per la pallavolo è sempre stata presente in famiglia, ciò mi ha dato un motivo per iniziare uno sport che con il passare degli anni mi è piaciuto sempre più”.

 

-Pallavolisticamente parlando sei un giovane nato nel vivaio della società. Che effetto ti da essere stato chiamato in prima squadra?

“Si, ho iniziato all’età di 17 anni qui. Quando ho ricevuto la chiamata di Marco Romani, mi sono sentito sollevato ed entusiasta di cominciare, come lo sono ora del resto. Devo molto ai miei vecchi allenatori, Roberto Conci, Lalla Renda e Giacomo Tamburini”.

 

-Due estati fa e anche lo scorso anno hai avuto modo di allenarti e di giocare, se non erro, un paio di partite con la serie C, quali sono state le tue emozioni?

“Giusto,  già da due estati fa, ho avuto l’ occasione di fare qualche allenamento con la serie C, fino allo scorso anno dove ho anche debuttato in Coppa Marche. È stato qualcosa di gratificante a livello personale, poiché dimostra quanto il coach Marco mi abbia dato fiducia sin dagli anni prima”.

 

-Che tipo di centrale sei? E cosa vorresti migliorare?

“Come centrale ho tanto da migliorare, iniziando dalla battuta… ahahah… Appena riprenderemo mi focalizzeró sul risolvere questo mio punto debole”.

 

-Chi conosci già della tua nuova squadra, o meglio facciamo prima a dire chi non conosci e qual è il tuo rapporto con il coach Marco Romani?

“Personalmente, conosco tutti in squadra, anche Edoardo, il nuovo arrivato, a cui auguro di trovarsi bene con noi. Per quanto riguarda il coach Marco Romani, nutro profonda stima e rispetto nei suoi confronti, poiché ha deciso di puntare su di me”.

 

-Cosa ti aspetti dal prossimo campionato a livello anche di qualità delle altre squadre che lo disputeranno? Ti senti pronto?

“Non avendolo mai disputato, mi è difficile dare una chiara risposta. Posso senz’altro dire che sarà un campionato ostico e noi siamo una squadra ben attrezzata. Personalmente dovrò lavorare sodo, ma sono pronto!”.

 

-Dopo il periodo del Covid19, personalmente quanto ti manca tornare a sudare ed allenarti in palestra per poi giocare il sabato?

“Tantissimo! Ovviamente manca molto presentarsi in palestra almeno 4 volte a settimana, ma manca poco alla preparazione e non vedo l’ora!”.

 

-Sei scaramantico? Hai riti pre partita particolari che segui?

“No, personalmente non lo sono”.

 

-Cosa ami e cosa invece odi in generale?

“Personalmente amo i viaggi e lo sport, oltre alla musica. A parte le zanzare… ahah… non c’è nulla che considerei  odiare”.

 

-Per finire cosa vuoi dire ai tuoi nuovi tifosi che ti leggono attraverso questo blog?

“In questi anni ho conosciuto il pubblico di Bottega, sempre numeroso e caloroso. Se il Covid lo permetterà vi aspetterò il sabato a sostenerci, come avete sempre fatto!”.

 

Ad maiora

A cura di Danilo Billi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...